X

Blog

IRLANDA A CACCIA DI PINTE IN AUTOSTOP!

Nell’estate del 2012 ho fatto il mio sesto viaggio in Irlanda, e come ogni volta è sembrato il primo. Al ritorno ho raccontato tutto (o quasi) in un reportage pubblicato su Fermento Birra Magazine, che trovate qui sotto.

Ireland Cork Renato Nesi

In questo piccolo paese bagnato dall’oceano le cose cambiano in fretta, come le foglie di un albero che mantiene le radici ben piantate a terra. Tradizione (il divorzio, ad esempio, è legale dal 1997!) e modernità, software company e pescatori, torbiere e comunicazione, musica e ovviamente birra.

E pure in questo campo ci sono state parecchie novità negli ultimi anni. L’egemonia assoluta della Guinness e delle sorelle minori Murhpy e Beamish inizia a scricchiolare, almeno nel cuore dei “beer lovers”, e un nuovo movimento sta finalmente alzando la testa. Dalla metà degli anni Novanta si affacciano sul mercato nuovi produttori, alcuni dei quali con tutte le carte (e le birre) in regola per far sentire la loro voce. Siamo nel paese dei 130 litri di birra procapite annui, dove oltre il 40% della popolazione ha meno di 25 anni e la “Tigre Celtica”, un po’ spelacchiata dalla crisi, corre ancora.

Siete pronti amici beer lover? In questo diario di viaggio vi porto in giro per pub e birrifici dell’Isola di Smeraldo, Sláinte!

http://www.fermentobirra.com/laltra-irlanda-fra-pinte-e-oceano/

Rispondi